Anche THQ Nordic contro le loot box: "Sono meccaniche da casinò"

Anche THQ Nordic contro le loot box: 'Sono meccaniche da casinò'
di

Dopo il recente accordo tra Nintendo, Sony e Microsoft annunciato dalla ESA, per una maggiore trasparenza nei giochi che utilizzano le loot box, arriva anche il commento di THQ Nordic, che si unisce al coro di condanna verso tale meccanica.

Nel documento proposto dai tre colossi infatti erano citate alcune software house e publisher che fanno uso delle famigerate casse premio, e alle quali è stato chiesto uno sforzo affinché le probabilità di vincita ad esempio siano più trasparenti al consumatore.

Tra i vari nomi citati non c'era quello di THQ Nordic, e l'azienda ha voluto sottolinearne i motivi in un post su Twitter:

"THQ Nordic non ha preso un impegno sulla trasparenza delle loot box perché A) non ci è stato chiesto dall'ESA, B) al momento non abbiamo un singolo gioco che utilizzi le loot box pubblicato, e C) non abbiamo intenzione di implementare meccaniche di gioco da casinò nei nostri giochi".

Tra i nomi citati nel documento ci sono quelli di Activision Blizzard , Bandai Namco, Bethesda, Bungie, Electronic Arts, Microsoft, Nintendo, Sony, Take-Two, Ubisoft, Warner Bros. Interactive e Wizards of the Coast.

Quello della poca trasparenza nelle loot box è davvero un problema da affrontare, ed è giusto che se ne occupino i publisher stessi d'altronde. Che ne pensate della situazione?

Quanto è interessante?
3