Oggi alle ore 16:00
Nuova puntata dedicata allo spin-off di Dishonored!

TimeSplitters 4: una trama troppo complessa, ed il flop di Haze ne hanno impedito la pubblicazione

di
INFORMAZIONI GIOCO

TimeSplitters 4 è uno dei giochi mai rilasciati di questa generazione che più di tutti accende le discussioni tra i fan della serie. Il co-creatore del franchise, Steve Ellis, è tornato a parlare del triste destino del quarto capitolo in un'intervista rilasciata al magazine GamesTM: il gioco era giocabile quando è mostrato ai publisher, che purtroppo non si sono dimostrati interessati al progetto.
"TimeSplitters 4 era nelle primissime fasi di sviluppo quando Free Radical è andata in amministrazione controllata," ha affermato. "Una piccola demo giocabile era stata mostrata a diversi editori, ma nessuno ha mai fatto un'offerta."

Karl Hilton, ex membro dello staff di Free Radical ed attualmente amministratore delegato di Crytek UK, ha aggiunto che la trama articolata basata su più personaggi, e il flop commerciale del precedente FPS dello studio, Haze, hanno lasciato gli editori piuttosto scettici.
"Abbiamo consultato un sacco di publisher, e da ciascuno di essi abbiamo avuto sempre le stesse risposte. In primo luogo c'era la questione di Haze, un nostro prodotto che non è stato ben accolto, dopo una serie di shooter con un rating elevato. E' questo li preoccupava. In secondo luogo, secondo gli esperti di marketing, non si poteva vendere un gioco che si basa su un insieme eterogeneo di personaggi e ambientazioni: secondo loro era necessario lanciare un messaggio marketing più chiaro e facilmente comprensibile, e TimeSplitters non ne aveva uno. Forse avevano ragione, forse è per questo che i precedenti titoli della serie avevano ottenuto il successo da parte della critica e degli acquirenti"