Tormentor: violenza e scandalo. Polemiche in vista dopo Agony?

di

L'annuncio di Tormentor da parte degli studi Madmind ha destato scalpore per la brutalità di un progetto che ha la pretesa di calarci nei panni di un sadico torturatore. Con questo Serial Killer Simulator, la software house polacca calca ulteriormente la mano dopo i già controversi progetti di Agony e Succubus.

Nei quattro anni trascorsi dalla fondazione di Madmind, lo studi diretto da Tomasz Dutkiewicz ha innalzato progressivamente l'asticella della provocazione affrontando tematiche sempre più controverse e mature, ma con risultati altalenanti sia dal punto di vista ludico che puramente commerciale.

A giudicare dalle crude scene mostrate nel primo video di Tormentor, l'ultima fatica interattiva di Madmind non sembra davvero fare eccezione. Con la superficialità adolescenziale che traspare nel reveal trailer, il progetto di Madmind dà quasi l'impressione di mostrare volutamente il fianco alle critiche per guadagnare visibilità indiretta da chi, osservando l'insensata e gratuita crudeltà dell'antieroe impersonabile, non trova alcun elemento narrativo se non quello della morbosa volontà di fare sfoggio di una violenza fine a se stessa.

Se volete saperne di più su questo titolo destinato a generare ulteriori polemiche da qui alla sua uscita su PC nel 2021, vi lasciamo al nostro speciale su Tormentor che si spinge oltre a firma di Daniele D'Orefice.

Quanto è interessante?
5