Tre sviluppatori indipendenti si esprimono su G2A e sul mercato grigio

di

Nelle scorse settimane, Gearbox Software è entrata in conflitto con G2A a causa di forti contrasti relativi alle politiche di vendita del marketplace. Questo ha portato alla rimozione di Bulletstorm Full Clip Edition Limited Edition dal catalogo del negozio e ha dato vita a numerose polemiche, proseguite anche durante l'evento Reboot Develop.

Sul palco del Reboot Develop, tre sviluppatori indipendenti hanno preso la parola per rivolgersi a Mario Mirek, Senior Account Manager di G2A. Mike Bithell (autore di Volume e Thomas Was Alone), Dan de Rocha (Q.U.B.E) e Rami Ismail (co-fondatore di Vlambeer) hanno chiesto a Mirek chiarimenti riguardo l'opzione anti-frode Shield e più in generale sulle pratiche commerciali dello store.

Mirek ha dichiarato che la propria società opera nella piena legalità e in caso di frode offre supporto ed assistenza ai clienti, anche a coloro che non hanno pagato l'abbonamento Premium. I tre sviluppatori, dal canto loro, hanno dichiarato di non essere totalmente prevenuti verso G2A e il "mercato grigio", non è la prima volta che il gruppo finisce sotto l'occhio del ciclone e in passato anche altre compagnie che operano nel settore sono state costrette a difendersi da simili accuse, con il duro lavoro sono però riuscite a cambiare il proprio modo di lavoro, guadagnandosi la fiducia di partner e clienti.

Rami Ismail ha dichiarato che "G2A può migliorare la sua reputazione, lo store gode di un buon successo, devono solamente smetterla di comportarsi come delle me**e." Siete d'accordo con questa affermazione?

Quanto è interessante?
0