MHW

Troppi cloni di Monster Hunter World? Ecco cosa ne pensano gli sviluppatori di Capcom

Troppi cloni di Monster Hunter World? Ecco cosa ne pensano gli sviluppatori di Capcom
di

Nel corso di un'intervista concessa alla redazione di Polygon, il direttore esecutivo di Monster Hunter World, Kaname Fujioka, ha discusso del crescente successo dei videogiochi ispirati a MHW e ha voluto dire la sua sulle critiche mosse online da chi afferma che titoli come Dauntless siano dei veri e propri plagi.

Sorprendendo il suo intervistatore, Fujioka ha guardato proprio in direzione di Dauntless e spiegato che "sono felice e orgoglioso di vedere che il nostro gioco è diventato abbastanza grande da ispirare sia loro che altre persone. Voglio dire, siamo creatori e siamo influenzati da tutti i videogiochi a cui abbiamo giocato. Non è un qualcosa che mi spinge a guardare a questo genere di cose con gli occhi di chi deve sentirsi arrabbiato. Semmai è la prova che Monster Hunter World è diventato un brand globale, visto che anche Dauntless è un gioco dal successo globale".

Con un pragmatismo tipicamente nipponico, il direttore esecutivo di MHW ricorda inoltre che lo stesso destino della serie di Monster Hunter sarebbe stato ben diverso se gli sviluppatori di Capcom non avessero tratto ispirazione da altri titoli come God Eater, spiegando infine che "in passato, quando Monster Hunter diventò famoso su PSP c'erano già altri giochi simili a Monster Hunter disponibili, specie in Giappone. Abbiamo sempre avuto persone che si ispirano a noi e che usano il nostro lavoro come base per le proprie creazioni. Penso così che questo tutto ciò continuerà per tutti i futuri capitoli della serie di Monster Hunter".

Il nuovo capitolo dell'immenso libro digitale di Monster Hunter World rappresentato dall'espansione Iceborne sarà scritto su PS4 e Xbox One a partire dal 6 settembre, con la versione PC prevista entro la fine dell'anno.

FONTE: Polygon
Quanto è interessante?
14