Twitch, streamer vittime dei raid d'odio: in arrivo importanti cambiamenti nel 2021

Twitch, streamer vittime dei raid d'odio: in arrivo importanti cambiamenti nel 2021
di

Diversi content creator che si sono affacciati sull'affollata piattaforma di Twitch sono purtroppo stati vittime di raid d'odio e altre forme di discriminazione. La community sta animatamente discutendo della spinosa questione, ma nel frattempo è arrivato anche un intervento ufficiale da parte di Twitch.

Gli autori di queste incursioni hanno preso di mira in particolar modo gli streamer più marginali, che in questo modo trovano ancora più difficoltà a proporre il proprio contenuto sulla piattaforma di streaming e condivisione. Succede così che, nelle chat di questi creator, appaiano messaggi che incitano alla pubblica esecuzione degli omosessuali o che dichiarano che i canali in questione appartengono al KKK. Twitch ha specificato di star lavorando al massimo delle proprie possibilità per arginare il problema già nel corso di quest'anno.

"Abbiamo assistito a molte discussioni su botting, incursioni di odio e altre forme di molestie nei confronti di creator marginali. Ci state chiedendo di fare meglio e sappiamo di dover fare di più per affrontare questi problemi. Ciò include un dialogo aperto e continuo sulla sicurezza dei creator.

Diciamo grazie a tutti coloro che hanno condiviso queste difficili esperienze. Siamo stati in grado di identificare una vulnerabilità nei nostri filtri proattivi e abbiamo lanciato un aggiornamento per colmare questa lacuna e rilevare meglio l'incitamento all'odio nelle chat. Continueremo ad aggiornarlo per risolvere i problemi. Entro la fine dell'anno lanceremo miglioramenti al rilevamento dell'evasione dei ban e alla verifica dell'account. Stiamo lavorando duramente per lanciare questi tool il prima possibile e speriamo che possano avere un forte impatto".

Twitch ha recentemente dichiarato che fornirà maggiori spiegazioni agli streamer sulle ragioni dei ban. La piattaforma ha inoltre tagliato il prezzo degli abbonamenti in Italia.

Quanto è interessante?
3