Che fine ha fatto Tyr in God of War Ragnarok? Il destino del dio svelato

Che fine ha fatto Tyr in God of War Ragnarok? Il destino del dio svelato
di

God of War Ragnarok, secondo capitolo della recente saga norrena di Kratos, ha espanso a dismisura il cast introducendo una moltitudine di personaggi, tra i quali spiccano diversi dei del pantheon nordico. Oltre ad Odino e Thor ha fatto il suo ingresso anche il dio della guerra Tyr, che si rivela essere uno dei personaggi chiave della storia.

Che fine ha fatto Tyr?

Se siete giunti fin qui, è perché probabilmente avete finito la storia principale di God of War Ragnarok e siete curiosi di scoprire il destino di Tyr. Assumendo che non abbiate paura degli spoiler (altrimenti non avreste mai aperto un contenuto del genere), ricordiamo che il dio della guerra norreno è al centro di uno dei colpi di scena più sensazionali del gioco di Santa Monica Studio. Ad un certo punto, infatti, si scopre che il Tyr con il quale hanno interagito Kratos e Atreus per tutto il tempo è in realtà Odino sotto mentite spoglie! Il padre degli dei ha infatti assunto le sue sembianze per spiare da vicino i movimenti dei protagonisti.

Ma allora dove è il vero Tyr? Nella storia del gioco viene spiegato che Odino può assumere le sembianze di qualsiasi essere, a patto che sia ancora in vita. Il vero Tyr, dunque, è vivo, difatti può essere incontrato nell'endgame nei pressi dell'Albero dei Corvi, a Nifhleim, più precisamente nella prigione dove è stato rinchiuso per tutto il tempo. Una volta libero, il dio si dice desideroso di esplorare il mondo, difatti successivamente può essere trovato anche a Vanaheim ed Alfheim.

Ma non è finita qui!

La storia di Tyr non finisce qui, dal momento che il dio della guerra norreno è al centro anche di Valhalla, l'espansione gratuita di God of War Ragnarok!Tyr è infatti l'autore della lettera che invita Kratos a recarsi nel Valhalla. Il suo obiettivo è quello di mettere alla prova lo spartano, poiché - stufo di non essere più venerato come un tempo - è desideroso di lasciare il trono di dio della guerra a Kratos, che dopo i fatti del gioco principale è acclamato da tutti i mortali.

Tyr sfida a duello Kratos, facendosi raccontare il suo passato. In questo modo lo aiuta a raggiungere un nuovo grado di consapevolezza sulle sue azioni, ricordandogli di come (in God of War 3) si è sacrificato donando la speranza a tutta la Grecia e facendogi notare che ormai è un uomo diverso. Alla fine di questo processo, Kratos diventa il nuovo dio della speranza.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi