Ubisoft assume un veterano di Horizon: curerà le 'interazioni sociali' dei nuovi giochi

Ubisoft assume un veterano di Horizon: curerà le 'interazioni sociali' dei nuovi giochi
di

Nonostante i numerosi problemi di Ubisoft emersi nell'ultimo periodo, il colosso francese prova a riorganizzarsi per affrontare tutte le difficoltà, e per farlo assume anche nuovo personale volto ad arricchire sempre di più le esperienze di gioco offerte dalla casa di Assassin's Creed.

Bernd Diemer, veterano dell'industria videoludica, si è da poco unito ad Ubisoft: all'interno dell'azienda rivestirà il ruolo di editorial VP e si occuperà di plasmare le interazioni sociali dei prossimi giochi dello studio francese. Diemer vanta numerose esperienze in ambito videoludico, avendo infatti dato il suo contributo allo sviluppo di giochi come Horizon Zero Dawn, Star Wars Battlefront II, Crysis, Battlefield V e Dead Island 2, sia come game designer che in qualità di creative e design director.

"E' un onore entrare a far parte di Ubisoft e poter collaborare con team di talento da tutto il mondo così da poter plasmare il futuro delle esperienze sociali nei giochi Ubisoft", afferma Diemer, che prosegue sottolineando come i team di Ubisoft "sono noti per la loro capacità di creare comunità dinamiche e diversificate, grazie a funzionalità innovative e potenti brand che consentono ai giocatori di trovare terreno comune. Sono felice di collaborare con gli studi della compagnia sparsi per il mondo per portare le esperienze sociali dei nostri giochi verso nuove vette".

Con la diffusione sempre maggiore dei giochi-servizio (Gaas), gli elementi sociali all'interno dell'industria videoludica rivestono un ruolo sempre più prominente, rivelandosi non solo potenziali fonti di grandi guadagni ma anche veri e propri spazi sociali digitali in cui possono anche tenersi grandi eventi (si pensi ad esempio ai concerti di grandi artisti svolti all'interno di Fortnite). Ubisoft vuole dunque puntare con maggiore cura ed attenzione verso tali aspetti nei suoi giochi.

"Oggi i giochi vanno ben oltre l'intrattenimento: sono diventati spazi virtuali dove le persone possono creare connessioni e condividere esperienze importanti", afferma la vicepresidente senior di Ubisoft Marie-Sophie de Waubert, che aggiunge: "Le esperienze sociali sono un elemento sempre più fondamentale nelle strategie di Ubisoft per raggiungere nuovo pubblico, ed accogliamo dunque Bernd nel nostro Global Creative Office dove lavorerà a stretto contatto con il nostro team di produzione per rendere realtà la nostra visione dei giochi come spazio dove gli utenti possono essere davvero loro stessi e trovare la loro community".

Di recente è emerso come Ubisoft stesse lavorando a una dozzina di Battle Royale in tempi recenti, cosa che dunque non sorprende considerate le parole di de Waubert e l'ingresso nella compagnia di Diemer. Non resta che vedere quale apporto darà ad Ubisoft il game designer veterano.

FONTE: VGC.com
Quanto è interessante?
6