Ubisoft cambia rotta, un gioco 'non deve piacere a tutti': si parte con Assassin's Creed

Ubisoft cambia rotta, un gioco 'non deve piacere a tutti': si parte con Assassin's Creed
di

Mentre la storia della Baghdad del IX secolo di Assassin's Creed: Mirage si prepara a prendere vita, i dirigenti di Ubisoft condividono interessanti dichiarazioni in merito all'attuale approccio creativo adottato dall'azienda.

Nel corso di un'interessante intervista, il Vice President of Editorial, Fawzi Mesmar, ha in particolare confermato l'intenzione di identificare un target preciso per ogni nuova produzione videoludica del colosso francese. "Vogliamo accettare il fatto che un gioco possa fare felici alcune persone, ma forse non tutte. Crediamo - prosegue Mesmar - che un gioco con un focus più definito possa risultare migliore per le persone che apprezzano quella specifica tipologia di titolo".

Un approccio creativo che sembra trovare pieno compimento con i recenti annunci legati al futuro di Assassin's Creed: "Ci sono molte tipologie di giocatori che potrebbero divertirsi con Assassin's Creed, e abbiamo deciso di pensare ad ognuna di esse, anziché fare un unico gioco che cerchi di risultare teoricamente adatto a tutti". Una cornice interessante, che consentirà ai fan degli Action Adventure lineari e con una forte componente stealth di cimentarsi con Assassin's Creed: Mirage. Coloro che hanno apprezzato il nuovo corso della saga Ubisoft potranno invece attendere il grande open world di Assassin's Creed: Codename Red. Infine, un'esperienza ancora differente pare attendere il pubblico in Assassin's Creed: Codename Hexe.

FONTE: IGN USA
Quanto è interessante?
5