Ubisoft: la compagnia spiega il motivo per cui include 14.000 dipendenti

INFORMAZIONI GIOCO
di

Laurent Detoc, leader della divisione nord americana di Ubisoft, ha voluto spiegare il motivo per cui la compagnia francese decide tutto'oggi di includere all'interno dei suoi vari studi un totale di 14.000 dipendenti.

"Abbiamo circa 14.000 dipendenti, ma forse solo 12.000 sono effettivamente attivi, il che rappresenta ugualmente il gruppo più grande in tutta l'industria", le sue dichiarazioni. "Abbiamo dimostrato nella nostra conferenza [E3] una vastità ed una varietà di contenuti secondi a nessuno. Questo è uno dei benefici di contare su un numero così esteso di talenti.

Se tornate indietro con gli anni, vi accorgerete che la gente guardava a noi e pensava che avessimo troppi dipendenti. Gli analisti finanziari ci consigliavano di concentrare e ridurre quel numero, di essere più strategici. Noi abbiamo detto: "No, questa è strategia". I giochi avranno bisogno di sempre più gente. Il team che lavora su un gioco deve rimanerci anche in seguito, invece di spostarsi su un altro titolo. Se non hai abbastanza personale, sei costretto a fare delle scelte, un tipo di scelte che non vorresti fare".

In effetti, Ubisoft può attualmente permettersi di pubblicare più o meno annualmente un gran numero di produzioni tripla A come Assassin's Creed, Far Cry, o il nuovo Skull & Bones, e di concentrarsi allo stesso tempo sul supporto di titoli già avviati come Rainbow's Six Siege e For Honor. Pensate che sia questa la strategia aziendale migliore per Ubisoft?

Quanto è interessante?
10