Ubisoft: i risultati sono negativi per via di Ghost Recon. Sarà un anno di transizione

Ubisoft: i risultati sono negativi per via di Ghost Recon. Sarà un anno di transizione
INFORMAZIONI GIOCO
di

Ghost Recon si è rivelato un vero e proprio fallimento per Ubisoft, e le vendite negative del gioco avranno un impato sul futuro della compagnia, che è stata costretta ad effettuare alcune rivisitazioni al ribasso dei propri obiettivi.

Come vi abbiamo raccontato infatti, Ubisoft ha rinviato la propria line-up di titoli, che arriveranno in futuro sia sull'attuale che sulla prossima generazione di console (PS5 e Xbox Scarlett), e così facendo gli introiti operativi sono stati di 9.3 milioni di euro, per un ribasso enorme rispetto all'anno scorso, di oltre il 90%.

Sul banco degli imputati, pur non essendo mai menzionato, c'è anche The Division 2, che non ha raggiunto le aspettative, principalmente su console. A salvare la situazione c'è il catalogo precedente di Ubisoft, con il sempreverde Rainbow Six Siege che ha oltre 50 milioni di giocatori registrati ed ha visto recentemente un aumento di giocatori attivi, e anche Assassin's Creed Odyssey che continua a vendere piuttosto bene.

Yves Guillemot ha spiegato: "Come dimostrato dal nostro annuncio della scorsa settimana, continueremo a prendere decisioni nell'interesse del futuro di ubisoft a lungo termine. Come risultato, siamo riusciti a trasformare significativamente il nostro modello di business negli ultimi anni".

L'annuncio a cui si riferisce è quello del rinvio dei propri titoli Tripla A al prossimo anno fiscale, e così ora Ubisoft ha solo due giochi in uscita fino al termine di quello attuale: Just Dance 2020, in arrivo la prossima settimana, e Assassin's Creed: The Rebel Collection su Nintendo Switch, il 6 Dicembre.

Oltre a questi due titoli, Ubisoft si concentrerà sui contenuti digitali per i videogiochi già esistenti, o sulla release di vecchi giochi su Stadia. La compagnia dunque si aspetta un terzo trimestre poco remunerativo, e vede questo periodo come un anno di transizione, sperando di rimettersi in carreggiata con la line-up next-gen. E la mossa pare essere saggia: gli analisti sono convinti che Ubisoft si riprenderà con PS5 e Xbox Scarlett senza particolari problemi.

FONTE: WCCF Tech
Quanto è interessante?
3