Unreal Engine 5 punta al fotorealismo estremo, promette Epic Games

Unreal Engine 5 punta al fotorealismo estremo, promette Epic Games
di

Nel corso di un'intervista concessa alla redazione di Indian Express, il boss di Epic Games India, Quentin Staes-Polet, si è ricollegato alla presentazione della tech demo PS5 dell'Unreal Engine 5 per illustrare la visione nextgen della compagnia e le ambizioni che accompagnano lo sviluppo del motore grafico.

L'incredibile livello di dettaglio offerto dalla demo Lumen in the Land of Nanite, a detta di Staes-Polet, non è una dimostrazione fine a se stessa delle potenzialità ipotetiche dell'Unreal Engine 5 ma è un progetto che concretizza il lavoro che, da anni, stanno portando avanti i progettisti di Epic insieme ai partner dell'azienda americana.

"Stiamo inseguendo il fotorealismo con Unreal Engine 5", ha infatti dichiarato Staes Polet prima di aggiungere che "il nuovo motore farà risparmiare un sacco di tempo agli sviluppatori e, allo stesso tempo, ci avvicinerà al sogno di creare una simulazione completa e autentica della realtà. Con Unreal Engine 5 puoi prendere risorse 3D dalla qualità analoga a quella degli asset 4K utilizzati in ambito cinematografico e inserirle nel proprio livello senza ulteriori passaggi. Si tratta perciò di un cambiamento enorme che, da solo, consente di abbattere i tempi di sviluppo e di favorire la creazione futura di gioci fotorealistici".

Di analogo avviso è anche un ex sviluppatore del Frotsbite di EA DICE che, in un interessante video approfondimento, ha provato a illustrare pregi e difetti della tech demo Unreal Engine 5. Tutto questo, mentre prosegue il dibattito sul framerate della tech demo UE5, coinvolgendo nella discussione anche lo CEO di Epic Games Tim Sweeney.

Quanto è interessante?
8