Uomo perde ai giochi SEGA e minaccia di morte gli sviluppatori: arrestato

Uomo perde ai giochi SEGA e minaccia di morte gli sviluppatori: arrestato
di

Perde ripetutamente ai giochi sviluppati da SEGA e non trova altro modo per sfogarsi se non minacciare ripetutamente di morte i dipendenti della compagnia ed i loro familiari, oltre a manifestare l'intenzione di dare fuoco alla sede principale dell'azienda.

Akira Watanabe, 54enne residente nella prefettura di Aichi, ben distante da Tokyo dove ha sede il quartier generale di SEGA, è stato arrestato dopo le continue minacce inviate via email agli impiegati in un periodo compreso tra il il 12 gennaio 2022 e il successivo 2 febbraio. Ad annunciare l'arresto, come riportato da Soranews24, è stata la Polizia Metropolitana di Tokyo.

Subito dopo l'arresto e preso in custodia, Watanabe ha confermato alle autorità il movente del suo gesto: "Ero frustrato e furioso per aver perso ai giochi online di SEGA". Tra le email inviate al personale della compagnia, circa una dozzina, una in particolare annunciava l'intenzione dell'uomo di dare fuoco "ai vostri uffici" e di picchiare "i vostri dipendenti e le loro famiglie".

Nello specifico è stato utilizzato il termine "bukkorosu", che tradotto letteralmente significa "ti colpirò ed ucciderò". La parola viene utilizzata in maniera provocatoria e con un significato meno violento in stile "ti prenderò a calci", tuttavia l'associazione alla minaccia d'incendio ne cambia il senso verso i più pericolosi toni originali. Esaminati i messi inviati per posta elettronica forze dell'ordine sono risaliti all'identità di Watanabe, procedendo così all'arresto: finisce quindi l'incubo per i lavoratori di SEGA.

Disavventure a parte, per il colosso videoludico è un buon momento: gli ultimi risultati finanziari di SEGA sono positivi grazie al buon successo ottenuto da Shin Megami Tensei V. A una buona notizia ne arriva una meno piacevole: è stato smantellato l'iconico SEGA Arcade di Tokyo, ponendo fine a un'era storica per le sale giochi nipponiche.

Quanto è interessante?
5