Valorant Beta: è polemica per il funzionamento di Vanguard, il sistema anti-cheat

Valorant Beta: è polemica per il funzionamento di Vanguard, il sistema anti-cheat
di

Se siete fan di Valorant e magari siete anche stati selezionati per partecipare alla Closed Beta, è probabile che abbiate notato un notevole aumento nel corso delle ultime ore delle polemiche riguardanti il sistema anti-cheat dello sparatutto.

Vanguard, questo è il nome del sistema che dovrebbe proteggere i giocatori di Valorant da chi utilizza trucchi, funziona diversamente da altri sistemi di questo tipo e una volta installato resta sempre attivo sul PC, anche quando lo sparatutto non è in funzione. Tale meccanismo è pensato per contrastare alcuni dei principali cheat (in particolare gli aimbot) che vengono avviati prima del gioco e provano ad eluderlo. Ma quale sarebbe il problema di cui parlano tutti? A preoccupare molti utenti è il fatto che, a differenza di EasyAntiCheat che resta arrivo solo quando un gioco è in esecuzione, Vanguard resti aperto sempre e comunque e goda di privilegi superiori a quelli dell'amministratore. Sistemi come questo possono eseguire codice in linguaggio macchina (Ring 0) e se un qualche malintenzionato dovesse trovarvi una falla, significherebbe che potrebbe avere libero accesso ad un PC con la possibilità di eseguire qualsiasi cosa sin dal momento dell'accensione. Sebbene molti siano preoccupati per la propria privacy nonostante Riot Games abbia assicurato che questo software non condivide alcuna informazione con l'esterno, la reale preoccupazione dei giocatori riguarda quindi la sicurezza del proprio PC.

Nelle ultime ore è anche arrivata la risposta degli sviluppatori, i quali hanno specificato come siano in grado di disattivare e aggiornare in poche ore da remoto il sistema anti-cheat nel caso in cui dovesse essere scoperta una falla (si tratta di un'ipotesi improbabile ma non impossibile). Va precisato infatti che non è possibile disattivare Vanguard a meno che non si disinstalli e si riavvii il proprio PC, rendendo poi impossibile l'avvio di Valorant.

Purtroppo in queste ore c'è anche chi sta approfittando di questa situazione per diffondere informazioni fasulle sul funzionamento del software, creando il panico tra gli utenti meno informati che vorrebbero provare il gioco. Va infatti ribadito che molti altri software che probabilmente sono già presenti sui nostri PC funzionano allo stesso modo e che l'unica reale differenza con Vanguard consiste nel fatto che questo resta sempre abilitato.

A proposito, sapevate che è ora più semplice ottenere un accesso alla Closed Beta di Valorant? Sulle nostre pagine trovate anche una guida per muovere i primi passi in Valorant.

FONTE: pcgamer
Quanto è interessante?
6