La Video Recensione di Cuphead: il capolavoro stile anni '30 approda su Nintendo Switch

Cuphead per Nintendo Switch
Recensione: Nintendo Switch
di

Lanciato nel settembre del 2017, Cuphead è stato un successo incredibile che ha regalato ai fratelli Moldenhauer la fama mondiale. A distanza di quasi due anni dall'uscita su Xbox One e PC, il titolo viene ora pubblicato a sorpresa anche su Nintendo Switch, scatenando l'entusiasmo dei possessori dell'ibrida di Kyoto.

È questa l’occasione perfetta per rituffarsi nell’avventura delle due tazzine che hanno stretto un patto col Demonio, dando così vita ad un gioco che su Switch non ha perso una virgola del suo carisma originale.

Contenutisticamente identica alla versione originaria, la nuova odissea nintendiana vissuta dagli emuli di Cuphead e Mugman offre una frenetica esperienza di gioco "run and gun" costruita sulle solide fondamenta di un'impalcatura hardcore basata sugli scontri con i boss e su brevi (ma intense) sessioni platform piene di ostacoli e di mostriciattoli in technicolor.

Gli sfondi ad acquerello, le registrazioni jazz originali e le animazioni realizzate completamente a mano sono la cifra stilistica di un progetto che, pur essendo relativamente giovane, è destinato a ritagliarsi uno spazio importante nella storia dei videogiochi.

Oltre alla Video Recensione che campeggia a inizio articolo, sulle pagine di Everyeye.it trovate anche la nostra Recensione di Cuphead a firma di Marco Mottura e un articolo di approfondimento di Marco D'Amico che analizza l'inconfondibile stile artistico del capolavoro partorito dalla vulcanica mente del team di sviluppo capitanato dai fratelli Moldenhauer.

Quanto è interessante?
3