Videogiochi dal 1995 al 2020: qual è stato l'anno più importante? Lo rivela uno studio

Videogiochi dal 1995 al 2020: qual è stato l'anno più importante? Lo rivela uno studio
di

I giornalisti di MusicMagpie hanno condotto un'interessante analisi sull'evoluzione dell'industria videoludica dal 1995 al 2020 e si sono posti una domanda: di questi 25 anni, qual è stato il più importante?

Per rispondere a tale quesito, i redattori della testata britannica non hanno scomodato i critici del settore ma si sono appoggiati ai freddi calcoli effettuati dall'aggregatore di recensioni Metacritic per basare la propria analisi sui 1.000 giochi dalla media voto più elevata.

Il parametro dei voti internazionali che è stato scelto da MusicMagpie si sgancia perciò da ogni "giudizio di natura nostalgica" e ha il pregio di evidenziare solo ed esclusivamente la qualità complessiva dei videogiochi commercializzati ogni anno dal '95 ad oggi.

Se posta in questi termini, la domanda sull'anno videoludico più importante dell'ultimo quarto di secolo trova presto risposta: con i suoi 40 giochi piazzati nella "Top 1.000", è il 2010 l'anno più rappresentato nella classifica stilata da MusicMagpie, grazie a titoli come Super Mario Galaxy 2 con una media voto di 97 su 100.

L'analisi condotta dalla redazione inglese smentisce quindi l'accezione comune del 2004 come "anno d'oro" dell'industria videoludica moderna: nonostante GTA San Andreas, infatti, solo 24 giochi di quel periodo riescono a entrare nella lista dei migliori 1.000. Rockstar Games, dal canto suo, può comunque vantare un record che presumibilmente rimarrà imbattuto ancora per diverso tempo, ossia quello di GTA 5 come unico gioco in grado di vantare la media voto più alta per due anni: il kolossal open world ha infatti chiuso la generazione PS3-Xbox 360 e raggiungere la definitiva consacrazione nella generazione PS4-Xbox One.

Quanto è interessante?
5