Videogiochi e cinema: ecco l'opinione di Sam Lake, creatore di Quantum Break

di

Durante un keynote al Tribeca Games Festival, Sam Lake, creative director di Quantum Break e Alan Wake, ha discusso di come il medium videoludico potrebbe in futuro mescolarsi a quello cinematografico (obiettivo ricercato nello stesso Quantum Break di Remedy).

"Sì, penso che probabilmente si fonderanno in modi sorprendenti. Ma, di nuovo, penso che ci sia davvero tanto appagamento e tanta ricchezza nell'avere tanti media differenti da cui prendere qualcosa. È come essere in un negozio di caramelle. Siamo in un posto felice, dove c'è tanta arte ed intrattenimento.
Non so se 'debbano' fondersi, ma posso affermare con certezza che lo vedo accadere tantissime volte. Ripeto, potrebbe succedere in modi sorprendenti".

Lake ha poi continuato, specificando come egli non ritenga necessario individuare una forma di intrattenimento definitiva. Ogni forma di storytelling ha i suoi punti di forza, e questo può essere soltanto che un bene, secondo Lake.

Voi cosa ne pensate? È bene che i media rimangano separati, o la commistione dei generi può davvero portare a qualcosa di più completo e ricercato per i consumatori?

Quanto è interessante?
0