di

Spinta dalla sua smisurata passione per i videogiochi, l'ingegnera elettronica Linda Guillory di Richardson, Texas (USA), è riuscita a conquistare ben due Guinness dei Primati con la sua eccezionale collezione di console.

L'hobby per il collezionismo videoludico è iniziato quando, alla tenera età di otto anni, Linda si è innamorata del gioco di basket Red Conic regalatogli dai suoi genitori: da allora, Guillory ha progressivamente ampliato il proprio museo personale di piattaforme casalinghe includendo delle versioni speciali di Coleco Pacman, Grandprix Turbo di Actronics, Galaxy II di Epoch e un'infinità di altre console.

Il numero totale di dispositivi elettronici accumulati da Guillory supera di poco le 4.000 unità, di cui 1.599 console dotate di schermo LCD e 2.430 console "generiche" tra sistemi fissi e portatili. I due premi assegnatigli dai giudici del Guinness dei Primati attestano appunto i record per le collezioni di console e di dispositivi elettronici portatili dotati di schermo più grandi e variegate del pianeta.

Per esaudire questo suo sogno, negli ultimi 20 anni Lindsay ha compiuto diversi viaggi in Giappone per scegliere personalmente le console da inserire nella sua collezione, vagliando con scrupolo la loro autenticità e l'effettivo stato di conservazione. Per il futuro, la collezionista intende unire la sua passione per i videogiochi all'impegno didattico e avviare una serie di corsi per insegnare ai bambini i rudimenti della programmazione videoludica e come costruire da zero una console.

Quanto è interessante?
10