Videogiochi nel mondo: l'industria videoludica supera cinema e musica

Videogiochi nel mondo: l'industria videoludica supera cinema e musica
di

Mentre cresce il mercato dei videogiochi in Italia, anche nel resto del mondo l'industria videoludica offre segnali decisamente incoraggianti in termini di sviluppo.

In particolare, il recente report "Global Video Game Market Size, Share & Industry Trends Analysis Report By Type, By Device, By Regional Outlook and Forecast, 2022 – 2028", edito da reportlinker.com, conferma come al momento l'industria videoludica sia superiore per volume d'affari a quella di musica e cinema messe insieme. Un trend descritto come costante e caratterizzato da una crescente complessità dei processi di sviluppo dei videogiochi - che spesso richiedono budget paragonabili a quelli di un blockbuster di Hollywood - e dall'aumento delle piattaforme hardware, grazie anche all'affermazione delle tecnologie VR e alla realizzazione di nuovi modelli di piattaforme esistenti, come Nintendo Switch OLED.

Stando al report, le ragioni della crescita del settore videoludico sarebbero molteplici. Tra queste, troviamo ovviamente gli effetti generati dalla pandemia di Covid-19 esplosa nel 2020. I numerosi lockdown e la crescente adozione dello smart-working hanno infatti offerto alle persone più tempo da dedicare alle proprie passioni indoor, inclusi i videogiochi. A trainare il settore, troviamo inoltre lo sviluppo dei giochi online e la crescente capillarità di connessioni ad alta efficienza. Spazio anche alla diffusione del Cloud gaming, che sta progressivamente rivoluzionando il modello di fruizione dell'intrattenimento videoludico.

Nel corso del 2021, la maggior parte dei profitti nel settore videoludico è giunto dal comparto del gaming su mobile, grazie anche alla crescente facilità di accesso del pubblico agli smartphone. Sul fronte geografico, la maggior parte dei profitti è stata generata nell'area di Asia e Pacifico, dove la crescente rilevanza del mercato cinese ha giocato un ruolo fondamentale nell'ultimo anno. A testimoniare tale circostanza, troviamo la capillare crescita di Tencent Games, che ha realizzato investimenti in colossi del calibro di Riot Games. Tra le aziende identificate dal report come attori chiave del settore, possiamo invece citare Electronic Arts, Nintendo, Rovio Entertainment Corporation, Microsoft, Lucid Games. la stessa Tencent, Activision Blizzard, Sony, Apple e Walt Disney.

Infine, il report dedicato al settore videoludico globale pone l'accento sulla rilevanza acquisita negli ultimi anni dagli accordi tra grandi compagnie. Tra i casi citati, possiamo trovare la collaborazione tra Microsoft e SEGA, la partnership tra EA ed NVIDIA GeForce Now, l'accordo tra Microsoft e GameStop. Impossibile poi non citare le numerose acquisizioni alternatisi negli ultimi due anni circa, tra l'ingresso di Bethesda negli Xbox Game Studios o l'aggiunta di Bluepoint Games e Bungie nei PlayStation Studios.

Quanto è interessante?
6