Videogiochi e retrogaming: il Pixel Museum di Bruxelles apre i battenti

Videogiochi e retrogaming: il Pixel Museum di Bruxelles apre i battenti
di

Con l'insostenibile leggerezza del digitale nel futuro dei videogiochi che avanza, è con piacere che assistiamo all'apertura del Pixel Museum a Bruxelles, il primo museo dedicato ai videogiochi in Belgio.

Grazie al Pixel Museum e alle sue attività, il fronte delle organizzazioni internazionali che si impegnano per la conservazione dei videogiochi del passato si amplia per accogliere un team che, attingendo alla collezione privata di Jerome Hatton, offre ai patiti di retrogaming e alle nuove leve l'opportunità di immergersi nelle esperienze interattive che hanno fatto la storia del settore.

L'intenzione dichiarata dai curatori del Pixel Museum è infatti quella di fornire uno spazio comune che contribuisca a promuovere la cultura videoludica e sensibilizzi l'opinione pubblica sull'importanza delle attività svolte da chi si impegna a preservare la memoria delle console e dei giochi del passato.

Lo spazio espositivo del Pixel Museum comprende ben 250 piattaforme, ivi comprese 50 console di brand come Nintendo, PlayStation, Xbox, Atari e SEGA: il tour offre anche l'opportunità di ammirare oltre 2.500 pezzi da collezione tra videogiochi rari, accessori e dispositivi prodotti in un arco temporale di quattro decenni.

Come si legge sul sito ufficiale dell'ente belga, il team del Pixel Museum si impegna a promuovere anche delle attività di workshop e delle iniziative ricreative per gli spettatori, il tutto nel rigoroso pieno rispetto delle disposizioni europee in tema di contrasto alla diffusione del Coronavirus. Qualora foste interessati, in calce alla notizia trovate il link al sito di The Pixel Museum, con tutte le informazioni sulle attività svolte e degli approfondimenti sui pezzi esposti della collezione videoludica, come pure sugli orari e le giornate di apertura. Per l'occasione, vi invitiamo a leggere questo nostro speciale sulla dura vita del retronauta appassionato di videogiochi e retrogaming.

Quanto è interessante?
6