Vivendi molla la presa su Ubisoft e vende tutte le sue azioni per 2 miliardi di euro

INFORMAZIONI GIOCO
di

La lunga saga che negli ultimi anni ha visto protagonisti Ubisoft e Vivendi sembra finalmente giunta al termine: il colosso della comunicazione e dell'intrattenimento è infatti in procinto di lasciare l'azienda di Yves Guillemot, vendendo tutte le sue azioni (27.3% del capitale) per ben 2 miliardi di euro.

Si allontana così definitivamente lo spettro dell'acquisizione totale da parte di Vivendi tanto temuta dal CEO Yves Guillemot, che negli ultimi tempi aveva fatto tutto ciò che era in suo potere per evitare che ciò accadesse, al fine di preservare l'indipendenza della compagnia. La quota di Vivendi verrà suddivisa fra Ubisoft stessa (8%), l'azienda dei fratelli Guillemot (2.7%), la società cinese Tencent (5%) e Ontario Teachers’ Pension Plan (3.4%). Il restante 8% andrà invece ad altri investitori istituzionali.

"L'evoluzione del nostro azionariato è una notizia straordinaria per Ubisoft. È stato possibile grazie all'impeccabile esecuzione della nostra strategia e al decisivo supporto dei talenti di Ubisoft, dei giocatori e degli azionisti. Ringrazio calorosamente tutti. Gli investimenti dei nostri nuovi azionisti dimostrano la loro fiducia verso il nostro potenziale creativo. Per concludere, la nuova partnership che abbiamo siglato ci permetterà di accelerare la crescita di Ubisoft in Cina negli anni a venire, e di fare leva su un mercato dall'enorme potenziale", queste le parole di un entusiasta Yves Guillemot.

Quanto è interessante?
10