Warcraft 3 Reforged: anche i contenuti creati dai giocatori appartengono a Blizzard

Warcraft 3 Reforged: anche i contenuti creati dai giocatori appartengono a Blizzard
di

Blizzard ha aggiornato i propri termini e condizioni di servizio, inserendo una clausola che rende l'azienda proprietaria dei diritti anche di tutte le eventuali creazioni degli utenti in-game. Warcraft 3: Reforged infatti, così come il gioco originale, prevede un editor di mondi.

I giocatori dunque possono realizzare diverse creazioni personalizzate e condividerle con la community, ma adesso i contenuti da loro creati resteranno di proprietà di Blizzard. Insomma l'azienda si è assicurata di possedere qualunque contenuto generato dall'editor.

Così anche i giochi creati grazie a Warcraft 3: Reforged non potranno essere portati altrove, e anche qualora ciò venisse fatto, Blizzard avrebbe il potere di richiederne la cancellazione. Stando alla policy infatti, "un Custom Game non può essere venduto, licenziato o noleggiato da nessuna parte in causa al di fuori di Blizzard".

La policy indica anche che i creatori non hanno nessuna proprietà sempre per quanto riguarda i custom games, e che non possono realizzare opere che infrangano copyright di terze parti, marchi registrati, brevetti o qualunque altro diritto di una proprietà intellettuale.

Alcune di queste restrizioni sono in effetti abbastanza standard, mentre altre sono piuttosto specifiche, per cui sembra che Blizzard voglia evitare che dal loro titolo ne possa nascere un altro, che magari si riveli di maggior successo.

Nel frattempo, i giocatori stanno chiedendo il rimborso per Warcraft 3 Reforged, per via di diversi problemi accusati dal gioco al lancio. Insomma, non una situazione idilliaca per l'azienda. Per saperne di più sul titolo, date un'occhiata alla nostra anteprima di Warcraft 3 Reforged.

Quanto è interessante?
5