Wasteland 3 non ce la fa: InXile rinvia l'uscita a causa del Coronavirus

Wasteland 3 non ce la fa: InXile rinvia l'uscita a causa del Coronavirus
di

A causa dell'emergenza Coronavirus, moltissime aziende hanno riorganizzato il proprio piano di lavoro per darsi allo smart working. Così ha fatto anche InXile Entertainment, ma sembra che non tutto sia andato per il verso giusto.

Il nuovo assetto lavorativo ha causato un rallentamento dello sviluppo di Wasteland 3, che quindi non riuscirà ad arrivare sul mercato per il 19 maggio, la data inizialmente promessa. InXile Entertainment necessita di tempo aggiuntivo, pertanto la data di lancio è stata spostata al 28 agosto 2020.

Microsoft e Deep Silver hanno assecondato il desiderio del team, che intende lanciare il titolo nelle migliori condizioni possibili. A tal fine, i mesi aggiuntivi permetteranno agli sviluppatori di completare lo sviluppo con calma e, soprattutto, implementare tutte le modifiche basate sul feedback che i giocatori hanno fornito durante la recente Closed Beta di Wasteland 3. "Stiamo mettendo il cuore in questo titolo e vogliamo garantire un lancio straordinario per un prodotto a cui crediamo davvero", ha dichiarato Brian Fargo, capo dello studio.

Wasteland 3 è il primo titolo ad essere stato rinviato dopo il passaggio allo smart working a causa dell'emergenza Coronavirus. Sarà interessante scoprire se altri giochi andranno incontro alla medesima sorte.

Quanto è interessante?
8