Wii Sports torna in auge a causa dell'emergenza Coronavirus

Wii Sports torna in auge a causa dell'emergenza Coronavirus
di

È da un po' di tempo che non sentivamo parlare di Wii Sports, nonostante si tratti di uno dei giochi più venduti di tutti i tempi. La raccolta di videogiochi sportivi deve il suo successo non solo alla sua ottima caratura, ma anche al fatto che è stato distribuito assieme a Nintendo Wii per larga parte del suo ciclo vitale.

Nel bel mezzo degli anni 2000 era uno dei titoli più giocati in assoluto, riuscendo persino a conquistare persone che con i videogiochi non c'avevano mai avuto nulla a che fare. Col passare del tempo, complice lo scarso successo di Wii U, il franchise è passato in secondo piano, e alla fine non è stato riproposto su Nintendo Switch. In questi giorni, nel pieno dell'emergenza Coronavirus, è tuttavia tornato in auge. Il mercato dell'usato in giro per il mondo si è animato di colpo, e le vendite di Wii Sports sono improvvisamente aumentate - assieme ai prezzi. Il grafico visibile sul sito PriceCharting mette ben in evidenza l'improvvisa crescita dei prezzi, dovuti all'impennata della domanda. La stessa situazione si è verificata con Ring Fit Adventures per Nintendo Switch, le cui copie sono divenute così rare da raggiungere prezzi esorbitanti.

Evidentemente, sono moltissime le persone che, chiuse in casa per fronteggiare la diffusione del contagio, hanno deciso di tirare fuori dagli scatoloni la loro vecchia Nintendo Wii per mettersi a giocare a Wii Sports. Dopotutto, si tratta di un titolo che promuove l'attività fisica e l'aggregazione tra i familiari, due cose incredibilmente ricercate di questi tempi. Anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato una campagna a favore del gaming, che in questo periodo può fungere da valvola di sfogo e promuovere i rapporti interpersonali.

Quanto è interessante?
2