di

Il sito ufficiale del team di sviluppo al lavoro su Witchfire, definito da molti utenti il Dark Souls degli sparattuto in prima persona, si è aggiornato con un lungo post nel quale si parla del possibile ritardo dell'uscita del gioco a causa dell'emergenza Covid-19.

Adrian Chmielarz parla di come sia difficile implementare ogni piccola caratteristica all'interno del gioco facendo un esempio molto chiaro della sua passata esperienza in Epic Games, durante la quale ha lavorato a Bulletstorm. A quei tempi l'inserimento di una feature che secondo lui avrebbe richiesto massimo due ore ha invece sottratto due interi giorni di lavoro all'intero team, tempo che sarebbe servito a migliorare altri aspetti più importanti dello sparatutto. A questo proposito viene poi evidenziato come anche la semplice animazione di ricarica di un'arma in Witchfire richieda del tempo per essere creata, dal momento che il team non vuole ripiegare su asset già esistenti e ne vuole curare ogni piccolo particolare. Tutto ciò serve ad aiutare gli utenti a comprendere come il complesso processo di sviluppo di un gioco sia ora ancor più duro a causa dei tempi che stiamo vivendo e, di conseguenza, è quasi impossibile riuscire a rispettare quella che era la tabella di marcia del team. Insomma, nonostante il gioco fosse previsto per la seconda metà del 2020, non è da escludere che l'uscita possa subire un rinvio e magari approdare anche su PlayStation 5 e Xbox Series X.

A proposito del gioco, avete già dato un'occhiata all'analisi del gameplay di Witchfire?

Quanto è interessante?
4