Wolfenstein Youngblood utilizzerà la tecnologia anti-pirateria Denuvo al lancio

Wolfenstein Youngblood utilizzerà la tecnologia anti-pirateria Denuvo al lancio
di

Sebbene non si sia rivelata efficace in un più di un'occasione, i ragazzi di MachineGames hanno deciso di utilizzare la tecnologia anti-pirateria Denuvo per il loro prossimo titolo in uscita, Wolfenstein: Youngblood. La conferma è arrivata dalla pagina Steam del prodotto, che indica chiaramente la presenza del DRM.

Anche RAGE 2, uno dei più recenti titoli di Bethesda, era protetto da Denuvo al debutto. Il software anti-tamper è riuscito tuttavia a resistere ben pochi giorni agli assalti dei pirati, che hanno subito trovato un modo per aggirarlo. Non a caso, in breve tempo Avalanche Studios e id Software hanno optato per la completa rimozione di Denuvo da RAGE 2.

Allo stesso tempo, è giusto precisare che l'ultima versione del software non è ancora stata crackata. Anno 1800 resiste da tre mesi, Mortal Kombat 11 e Total War Three Kingdoms da due e Octopath Traveler da uno. Anche questa iterazione, probabilmente, cadrà prima o poi, ma nel frattempo è riuscita a proteggere i suddetti giochi nel periodo del lancio, quello di massimo sfruttamento. Riuscirà a salvaguardare anche Wolfenstein: Youngblood? Lo scopriremo tra poche settimane: l'FPS cooperativo con protagoniste le figlie di William B.J. Blazkowicz verrà pubblicato su PC, PlayStation 4 e Xbox One il prossimo 26 luglio. Nel frattempo, se non lo avete ancora fatto, vi invitiamo a guardare la Video Anteprima di Wolfenstein: Youngblood.

Quanto è interessante?
4