World of Warcraft Classic, arrestato il presunto responsabile del recente attacco DDoS

World of Warcraft Classic, arrestato il presunto responsabile del recente attacco DDoS
di

Lo scorso 7 settembre, come vi abbiamo segnalato, un attacco DDoS a World of Warcraft Classic ha messo in ginocchio i server nordamericani, impedendo ai giocatori di accedere ai Reami per molte ore.

Quest'oggi, un community manager di Blizzard Entertainment ha dichiarato che, a seguito di una breve indagine condotta dal Blizzard Security Team con la collaborazione delle forze dell'ordine, l'uomo sospettato di aver causato l'attacco è stato arrestato. La compagnia non ha rivelato la sua identità, pertanto al momento non sappiamo se si tratta della stessa persona che aveva pre-annunciato l'attacco 30 minuti prima della sua effettiva messa in atto, e che prima della cancellazione dell'account su Twitter si faceva chiamare UkDrillas.

Sia negli Stati Uniti d'America che in Europa, gli attacchi DDoS sono considerati reati gravi, passabili di detenzione che può durare anche diversi anni. Nel Regno Unito, in particolare, sono piuttosto severi, dal momento che ai colpevoli può essere assegnata una pena fino a 10 anni. Ne approfittiamo per segnalarvi che tra le nostre pagine è possibile trovare la recensione di World of Warcraft Classic. Il gioco è accessibile a tutti i giocatori con un abbonamento a World of Warcraft.

Quanto è interessante?
3