World of Warcraft: Shadowlands supporterà Ray-Tracing e Variable Rate Shading?

World of Warcraft: Shadowlands supporterà Ray-Tracing e Variable Rate Shading?
di

La data di lancio di World of Warcraft: Shadowlands, nuova attesa espansione dell'MMORPG più popolare di sempre, non è ancora nota, ma alcuni fortunati stanno già avendo l'opportunità di testare la build Alpha.

Dall'analisi del codice di gioco emerge che la nuova versione dell'engine implementata da Blizzard supporta sia il DirectX Ray-Tracing (applicato anche alle ombre), sia il Variable Rate Shading. A quanto pare, nessuna delle due tecnologie sembra essere attiva e funzionante nell'Alpha, ma il fatto che siano menzionate lascia intendere che i tecnici di Blizzard stiano lavorando per renderle pienamente operative. Dopotutto, si tratta di una versione preliminare, e all'uscita dell'espansione potrebbero mancare ancora diversi mesi - ufficialmente è attesa entro la fine del 2020.

Il Ray-Tracing è una tecnica che ha cominciato a prendere piede in ambito PC negli ultimi anni, e consente una simulazione della luce e della sua diffusione in maniera accurata e realistica. In futuro, sarà supportata a livello hardware anche da PS5 e Xbox Series X. Il Variable Rate Shading consente invece di gestire in maniera intelligente le prestazioni modificando il dettaglio grafico in una scena, ad esempio diminuendolo nelle aree periferiche dello schermo e aumentandolo in quelle in primo piano visualizzate dal giocatore.

Per quanto concerne le meccaniche ludiche dell'espansione, sappiamo che Shadowlands ci permetterà di conoscere le Congreghe che regnano sulle Terretetre, affrontare una nuova esperienza rogue-like nella Torre dei Dannati e, per la prima volta da quando è nato World of Warcraft, modificare l'etnia dei personaggi. Introdurrà inoltre un nuovo sistema di progressione dei livelli: i personaggi attualmente al livello massimo inizieranno al livello 50 e potranno raggiungere il nuovo livello massimo di 60.

Quanto è interessante?
1