WWE 2K22: il ritorno del grande wrestling americano

di

Dopo un anno sabbatico, il wrestling made in WWE ha fatto il suo ritorno sui ring videoludici di PlayStation, Xbox e PC, presentandosi questa volta in ottima forma. Dimenticatevi la pessima prova di WWE 2K20, dato che il nuovissimo WWE 2K22 ha fatto tesoro del tempo di sviluppo extra.

Come spiegato nella nostra approfondita recensione di WWE 2K22 e mostrato nella relativa videorecensione, 2K e Visual Concepts si sono rimboccati le maniche per dare alla serie quella marcia in più che mancava ormai da tempo: non solo il nuovo capitolo si presenta ricchissimo di contenuti e modalità, ma anche sul fronte gameplay mostra graditi miglioramenti, con un'azione adesso più dinamica e un sistema di combattimento approfondito che garantisce una maggior varietà di approcci sul ring e non solo. Un passo avanti anche in ambito tecnico, ora molto più fluido e con modelli poligonali dei lottatori incredibilmente fedeli alle loro controparti reali.

Continuano comunque ad esserci margini di miglioramento: la modalità GM, che compie il suo ritorno dopo una lunghissima assenza, poteva rivelarsi più ricca, così come lo Showcase dedicato a Rey Mysterio avrebbe potuto offrire qualche match in più. Inoltre, ci sono ancora sbavature in termini di collisioni e fisica degli oggetti e dei capelli dei lottatori. La nuova strada intrapresa è però quella giusta e pone le basi da cui ripartire per i futuri episodi.

A tal proposito, è ancora da vedere chi saranno gli autori del prossimo gioco: EA sarebbe in trattative con la WWE per un nuovo gioco di wrestling che non vedrebbe dunque il coinvolgimento di 2K. Se WWE 2K22 otterrà successi anche sul fronte commerciale, non è però da escludere che la federazione di Vince McMahon estenda il suo contratto con la 2K, portando avanti una partnership ormai piuttosto longeva.

Quanto è interessante?
1