Xbox: a causa di Game Pass, una catena nipponica ha smesso di vendere le console

Xbox: a causa di Game Pass, una catena nipponica ha smesso di vendere le console
di

Xbox Game Pass si è evoluto enormemente da quando è stato lanciato: dapprima disponibile solo su console, è poi arrivato anche su PC e infine anche sul Cloud, diventando liberamente fruibile anche su dispositivi mobili iOS e Android, oltre che sui browser per Personal Computer. L'espansione avrebbe tuttavia generato anche un effetto negativo...

Dal Sol Levante è giunta stamattina una notizia sorprendente. Geo, una nota catena di rivenditori giapponese, ha smesso di vendere le console Xbox nei suoi negozi. La colpa, a quanto pare, sarebbe di Game Pass, dal momento che a causa sua non è più necessario possedere una Xbox per giocare ai titoli della casa, il che rappresenterebbe un grosso disincentivo all'acquisto. Allo stato attuale, le uniche catene che ancora vendono delle Xbox in Giappone sono Yodobashi Camera e Amazon Japan.

La drastica decisione di Geo potrebbe essere stata incentivata anche dallo scarso successo di Xbox nel Sol Levante: nonostante sia presente sul mercato nipponico da sempre, il marchio Xbox ha sempre faticato a sfondare. Stando agli ultimi dati condivisi da Famitsu (aggiornai al 26 settembre 2021), fin dal lancio dello scorso novembre sono state vendute 32 mila Xbox Series S e 62 mila Xbox Series X, contro le 900 mila PlayStation 5.

A proposito di Xbox Game Pass: mentre ci prepariamo all'arrivo dell'ondata di ottobre, vi ricordiamo che in questi giorni sono arrivati a sorpresa anche Scarlet Nexus e Marvel's Avengers, e che il 16 ottobre verranno rimossi 6 giochi dal catalogo.

Quanto è interessante?
6