di

Con il sopraggiungere dell'8 marzo, i vertici di casa Xbox hanno deciso di celebrare la Festa della Donna con una ricca serie di iniziative dedicate all'inclusività.

Nel fare il punto sulla situazione della rappresentatività dell'industria del gaming, Xbox si è detta orgogliosa di poter confermare che, ad oggi, "le donne rappresentano oltre la metà dei leader dei nostri team videoludici". Una circostanza che, prosegue la dirigenza verdecrociata, non può tuttavia essere ritenuta un punto di arrivo, ma che cela comunque in sé ancora molto lavoro da fare. E proprio con questo obiettivo, Microsoft ha annunciato una serie di nuove iniziative dedicate.

Tra queste ultime, spicca una campagna di supporto alle ONG che si occupano di favorire l'ingresso di ragazze e donne nel mondo dell'industria videoludica. In concreto, il supporto offerto dal mondo Xbox andrà a Girls Who Code, Games & Online Harrassment Hotline, un servizio di assistenza completamente gratuito a disposizione di giocatrici, streamer o sviluppatrici vittime di abusi nel mondo videoludico. Sostegno anche a ReDI School of Digital Integration, tech school che si rivolge a migranti e rifugiati, e PretaLab.

Infine, partirà a breve l'iniziativa "A Mentoring Program for Everyone", che proporrà programmi di formazione individuale per professioniste del gaming in USA, Regno Unito, Francia, Germania, Austria, Svizzera, Autralia, Nuova Zelanda, Canada, Giappone e Corea del Sud. Ulteriori Paesi saranno aggiunti col tempo.

Quanto è interessante?
2