Xbox: il futuro dei giochi fisici potrebbe passare attraverso Limited Run Games?

Xbox: il futuro dei giochi fisici potrebbe passare attraverso Limited Run Games?
di

Attraverso servizi come Xbox Game Pass e Xbox Cloud Gaming, l'ecosistema Xbox guarda sempre di più verso una realtà digitale, con il tradizionale formato fisico che oggi ha un ruolo minore all'interno delle strategie di Microsoft con la sua divisione Gaming.

Questo non significa che il colosso di Redmond voglia abbandonare completamente la distribuzione retail: lo stesso Phil Spencer ha infatti precisato che l'addio ai giochi fisici Xbox sarebbe controproducente, assicurando il prosegue del supporto a questo settore. Il capo di Microsoft Gaming ha tuttavia anche sottolineato che "non abbiamo bisogno di spingerlo in maniera sproporzionata rispetto la richiesta dei consumatori" alla luce del fatto che "la maggior parte dei nostri consumatori acquista giochi in formato digitale". Proprio il fatto che la realtà attuale guarda sempre di più alla distribuzione digitale secondo Spencer può tradursi in difficoltà in ottica costi, andando a investire in un ambito oggi meno profittevole per l'ecosistema Xbox rispetto al passato.

Per adesso però la situazione sembra ben chiara: Xbox non abbandonerà la distribuzione in formato fisico, ma non è da escludere che un domani tale certezza possa venire meno a seconda della richiesta dei consumatori citata da Spencer. Ma è proprio in questo contesto che, forse, Microsoft potrebbe trovare un perfetto compromesso per proseguire con le proprie strategie senza abbandonare la distribuzione retail anche in futuro. E quel compromesso ha un nome ben preciso: Limited Run Games.

La nota azienda americana, specializzata nella produzione di copie fisiche per giochi (spesso produzioni indie o Collection di giochi passati) che altrimenti difficilmente godrebbero di versioni su disco o cartuccia, ha appena annunciato l'arrivo in edizione retail di due apprezzate produzioni nate sotto etichetta Bethesda, tra le principali compagnie sussidiarie di Microsoft: nei prossimi mesi Pentiment arriverà in formato fisico e lo stesso percorso sarà seguito anche da Hi-Fi Rush. Pubblicati rispettivamente a fine 2022 e inizio 2023, entrambe le produzioni sono attualmente disponibili soltanto in formato digitale e, senza l'intervento di Limited Run Games, probabilmente non avrebbero ricevuto una distribuzione fisica.

Il tipico modus operandi di Limited Run Games consiste nella raccolta delle prenotazioni per ogni gioco attraverso un determinato periodo di tempo, per poi avviare la produzione delle copie fisiche tenendo conto del numero preciso di prenotazioni ricevute a livello globale: ciò garantisce dunque una vendita assicurata di ogni singola copia prenotata, senza il rischio di rimanenze nei magazzini. Proprio questo tipo di organizzazione potrebbe essere un interessante vantaggio per Microsoft: collaborare con realtà quali Limited Run Games permetterebbe al colosso di Redmond di produrre in versione retail tutti i suoi giochi in quantità specifiche, avendo così un maggiore controllo sui costi e riducendo il rischio di investimenti di poco successo in questo settore.

Sarà dunque molto interessante scoprire come andranno gli esperimenti con Pentiment e Hi-Fi Rush, che godranno di edizioni fisiche sia su Xbox che su PlayStation 5 (e Nintendo Switch per quanto riguarda l'RPG sviluppato da Obsidian Entertainment). Quantomeno per i progetti non Tripla A, dunque, gli Xbox Game Studios potrebbero seguire questa strada nel corso dei prossimi anni.

Diverso attualmente il discorso per i titoli AAA, che invece potrebbe continuare a ricevere edizioni fisiche senza fare ricorso a realtà come Limited Run Games e simili: ad esempio Indiana Jones e l'Antico Cerchio dovrebbe uscire in formato fisico su Xbox Series X/S regolarmente, essendo già in prenotazione presso alcune catene, e non è da escludere che anche altri attesi progetti di punta come Awoved o il nuovo Fable possano seguire la stessa strada (e già stata seguita tra l'altro da Starfield e Forza Motorsport, che hanno goduto di edizioni fisiche per Xbox Series X/S subito al day one). Se però per Microsoft dovessero sorgere problemi in ottica costi di produzione per i suoi giochi AAA, Limited Run Games potrebbe essere una risorsa anche in questo caso, rendendo più facile e meno dispendiosa la distribuzione di copie retail anche per questi progetti. In questo modo Microsoft prenderebbe due piccioni con una fava: i costi per il retail verrebbero contenuti e al tempo stesso si soddisfano le esigenze dei collezionisti legati al formato fisico. E chissà, magari un domani proprio grazie a Limited Run Games anche Senua's Saga Hellblade II, previsto solo in digitale, potrebbe godere della sua versione su disco.

Come pensate si evolverà il futuro del retail targato Xbox? Pensate che collaborare con realtà quali Limited Run Games possa essere una soluzione per Microsoft? Sotto con i vostri commenti!

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi