di

Da alcuni considerato come degno di menzione tra le premiazioni per i GOTY del 2020, il servizio di abbonamento proposto da Microsoft continua a crescere, con forti espansioni in programma per il nuovo anno.

Con il volgere al termine del 2020, Phil Spencer - responsabile della divisione gaming in casa Microsoft - è stato ospite di un'interessante appuntamento in diretta streaming, durante il quale ha fatto il punto sui passi compiuti negli ultimi 12 mesi e sui propositi per il 2021. Tra le numerose tematiche oggetto di approfondimento, non è potuto mancare all'appello Xbox Game Pass, protagonista di una straordinaria crescita. Nel delinearne il percorso, Spencer ha proposto un'analogia con Netflix, ricordando quanti anni siano stati necessari all'attuale colosso dello streaming per raggiungere la sua attuale posizione all'interno del mercato dell'intrattenimento.

Con soli tre anni sulle spalle, ricorda il dirigente Xbox, l'abbonamento ha già raggiunto notevoli traguardi, entrando a far parte della quotidianità di milioni di giocatori. Spesso, racconta, ancor prima che un titolo sia uscito, il pubblico già si domanda se arriverà nel catalogo Game Pass: un segno evidente del successo dell'iniziativa. Ma sembra che il team Microsoft abbia grandi programmi anche per il futuro: "Persone che giocano su PC, su console, su dispositivi mobile. - afferma Spencer - Il 2020 è stato un anno importante per la squadra al lavoro su Game Pass, con l'arrivo del programma EA Play al suo interno. Ma quando guardo alla line up di giochi in arrivo e il continuo lavoro per portarlo a sempre più persone, penso che il 2021 sarà un anno semplicemente incredibile".

FONTE: Microsoft
Quanto è interessante?
13