Xbox Game Pass, Jim Ryan: a molti publisher non piace, distrugge il valore dei giochi

di

Le dichiarazioni di Jim Ryan sugli 'effetti distruttivi' del Game Pass tornano di stretta attualità con l'ultima infornata di documenti leak della causa tra FTC e Microsoft per l'acquisizione di Activision Blizzard.

Il presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment ha testimoniato nel corso della battaglia legale tra l'FTC e Microsoft ormai vinta dal team Xbox per sottolineare quello che, a suo giudizio, è il grave pericolo per la tenuta dell'industria dei videogiochi rappresentato da Xbox Game Pass.

In uno dei passaggi degli ultimi documenti trapelati in rete troviamo infatti la trascrizione completa delle dichiarazioni rese dal boss del team PlayStation per ostacolare il matrimonio tra Activision e Microsoft.

Nel corso del dibattimento, Ryan ha ricordato di "aver parlato con tutti i publisher e gli editori. Tutti loro, all'unanimità, non apprezzano il Game Pass perché distrugge il valore, non solo dei singoli videogiochi ma dell'intero settore. Nello scorso gennaio, Microsoft ha confermato di aver raggiunto i 25 milioni di abbonati a Game Pass. Sono sicuro che ognuno abbia la propria opinione al riguardo, ma personalmente mi aspettavo un numero maggiore di abbonati visti i soldi che hanno speso".

Il massimo esponente di SIE si lancia inoltre in un raffronto tra Game Pass e PlayStation Plus, sostenendo come "abbiamo quasi 50 milioni di abbonati a PS Plus. Crediamo di avere un servizio in abbonamento davvero significativo".