Xbox: Gameheads e l'iniziativa per un'industria più inclusiva supportata da Microsoft

Xbox: Gameheads e l'iniziativa per un'industria più inclusiva supportata da Microsoft
di

Il supporto dell'industria videoludica a favore di un'inclusività maggiore è stato in netto aumento nel corso degli ultimi anni. Come sappiamo, la lotta a favore di un ambiente videoludico - in riferimento allo sviluppo delle produzioni - più sano è stata portata avanti da diversi colossi del gaming, come la stessa Microsoft.

L'azienda americana - così come i propri competitor diretti e non solo - si è spesso prodigata per favorire una serie di minoranze che, purtroppo, sono ancor'oggi oggetto di discriminazione e di una serie di ostacoli al loro accesso nel mondo del lavoro. Nel corso dell'ultimo anno, infatti, la compagnia verdecrociata ha fornito il proprio supporto a Gameheads, un'associazione senza scopo di lucro il cui fine ultimo è proprio quello di dare una mano ai giovani che non trovano un facile accesso ad una carriera nel settore.

Le iniziative promosse dalla ONP (organizzazione no-profit) co-fondata dal direttore esecutivo Damon Packwood ad Oakland, città californiana, prevedono un programma che integra diverse fasi di progettazione e sviluppo dei videogiochi, così da supportare tutte quelle persone di colore e/o facenti parte della comunità LGBTQIA+ alle quali non viene garantito l'accesso nell'industria dei videogiochi. Infatti, come segnalato dalla stessa organizzazione Gameheads, ad oggi vi sono ancora delle difficoltà di accesso ai giovani di colore - e non solo - che non hanno dietro un sostanzioso supporto economico.

L'obiettivo, quindi, è quello di garantire conoscenza educativa e professionale, introducendo le persone nel mondo lavorativo del game development. Nel corso dell'intero arco di studi, le persone avranno modo di imparare le fasi di scrittura del codice di gioco, di design, project management e teamworking, andando a costruire un portfolio di esperienze ad oggi importantissime per il mondo lavorativo. Dunque, l'accesso al programma concepito da Gamehead non ha il solo fine ultimo di aiutare i futuri game designer quanto, piuttosto, una lunga schiera di figure professionali ad oggi richieste ovunque.

Il tutto ha garantito a molti studenti l'accesso a stage retribuiti e a diversi progetti videoludici sviluppati dalla stessa Gameheads. Tuttavia, il progetto della ONP è anche supportato da grandi colossi dell'industria del gaming, come la divisione gaming di Microsoft, Xbox. Nell'arco del precedente anno, la divisione interna di Xbox dedita al supporto delle compagnie per il supporto di produzioni first-party è stata partecipe di un grande supporto alle attività di Gameheads: Xbox Publishing ha donato 100mila dollari, con il desiderio di contribuire attivamente al miglioramento delle condizioni lavorative e dell'aumento del numero di posti di lavoro per l'intera comunità LGBTQIA+. Se quest'anno abbiamo festeggiato i vent'anni del servizio di Xbox Live, adesso possiamo festeggiare per il supporto che l'azienda continua a dimostrare per alcune di queste minoranze etniche e sociali.

Infatti, Xbox Publishing ha anche commissionato la creazione di un nuovo gruppo, il quale ha il compito di migliorare la diversità, l'inclusione, l'accessibilità, la "Global Readiness" e la sostenibilità dell'industria. Il tutto avverrà anche grazie all'artista di Gameheads Marisa Diaz. Il supporto di Microsoft e Xbox al gaming, come con il rifacimento della schermata principale di Xbox Series X/S, continua a raggiungere sempre più la direzione di un'industria videoludica migliore, anche grazie all'apporto fondamentale e necessario dei competitor diretti della casa verdecrociata.

FONTE: news xbox
Quanto è interessante?
2