XBOX Series

Xbox Series S limita i giochi next-gen? Ne parla Remedy

Xbox Series S limita i giochi next-gen? Ne parla Remedy
di

Nel corso di una lunga chiacchierata con IGN USA, Thomas Puha di Remedy ha parlato delle sfide che lo studio finlandese ha dovuto affrontare durante lo sviluppo delle versioni di nuova generazione di Control, ora disponibile su PS5, Xbox Series X e Series S in edizione Ultimate.

Dopo aver lodato il supporto offerto da Sony, che ha consegnato tempestivamente i dev-kit di PS5 e ha apportato poche modifiche agli stessi consentendo una transizione fluida, Puha ha avuto qualcosa da ridire su Xbox Series S, una console di nuova generazione caratterizzata da una potenza bruta inferiore a Series X e PlayStation 5. Secondo il dipendente di Remedy, la piccolina limita un po' il potenziale dei giochi next-gen, specialmente per quelli sviluppati dagli studi più piccoli: "Non è differente da ciò che è successo nelle passate generazioni, quando il sistema con le specifiche inferiori finiva per influenzare alcune delle cose che volevamo fare, poiché dovevano girare anche su quel sistema".

Ha poi aggiunto: "Più hardware ci sono, più spesso a uno studio piccolo come il nostro capita di dover scendere un po' a compromessi, poiché non possiamo trascorrere troppo tempo per assicuraci che le cose sia super buone su tutte le piattaforme". Ciò causa anche un bel po' di grattacapi al dipartimento che si occupa del controllo qualità, che si ritrova a testare i giochi su una moltitudine di piattaforme facendo anche lievitare i costi. Puha ha poi chiuso l'argomento dichiarando: "Non invidio i ragazzi che stanno sviluppando Halo Infinite". La nuova, ambiziosa avventura di Master Chief, ricordiamo, è destinata a vedere la luce entro la fine del 2021 su Xbox One, Xbox Series S, Xbox Series X e PC, dopo un posticipo di ben un anno.

FONTE: IGN USA
Quanto è interessante?
10