di

Con le ultime prove su Xbox Series X condotte dalla stampa specializzata e da diversi creatori di contenuti, viene definitivamente confermata la presenza del sistema Auto HDR tra le funzionalità di lancio della console nextgen di Microsoft.

Nei mesi scorsi, i progettisti della casa di Redmond hanno più volte anticipato la loro intenzione di integrare questo importante sistema studiato per aggiungere automaticamente un effetto HDR in quei giochi retrocompatibili che, invece, ne sono sprovvisti.

In molte delle ultime analisi indipendenti su Xbox Series X (in cima alla notizia trovate il video di Digital Foundry) si fa appunto riferimento all'Auto HDR e alla sua implementazione in tutti i titoli provati: l'utilizzo di questo algoritmo da parte di Microsoft contribuisce ad ampliare il ventaglio di colori percepiti dall'occhio umano e l'intervallo dinamico tra le aree scure e quelle maggiormente illuminate.

Chi possiede un monitor o una TV che supporta gli standard più evoluti di High Dynamic Range, quindi, potrà accedere su Xbox Series X e S a migliaia di videogiochi Xbox, Xbox 360 e Xbox One in retrocompatibilità e beneficiare di colori ancora più profondi e immersivi. Tale sistema, ovviamente, varrà anche per quei titoli nextgen che non vanteranno un supporto nativo all'HDR (pensiamo ad esempio alle produzioni indipendenti e ai progetti a basso budget). Vale comunque la pena sottolineare che, come spiegato da Microsoft al collettivo di Digital Foundry, l'azienda statunitense potrebbe disattivare tale opzione in determinati videogiochi qualora dovesse riscontrare degli effetti deleteri nella ricostruzione del range dinamico dei colori attraverso questo algoritmo.

L'Auto HDR, ad ogni modo, farà parte delle funzionalità accessibili dal 10 novembre per tutti gli acquirenti di Xbox Series X ed S. Sempre per quella data, oltretutto, è previsto l'ingresso di EA Play in Xbox Game Pass Ultimate.

Quanto è interessante?
15