Xbox Series X: gli insider confermano la presenza della porta per le memorie espandibili

Xbox Series X: gli insider confermano la presenza della porta per le memorie espandibili
di

La misteriosa porta apparsa sul retro della nuova Xbox Series X di Microsoft torna a far parlare di se. Nel corso delle settimane si è molto vociferato sulla reale funzione di tale input e sulla possibilità di vederlo effettivamente nella versione finale della console. Ora però emergono nuove interessanti informazioni.

Secondo quanto riferito dal sito Thurrott ed in particolare dall'insider Brad Sams, alcune fonti molto vicine a Microsoft e allo sviluppo della nuova console della casa di Redmond avrebbero confermato che la famosa porta rettangolare, precedentemente definita di "debug", sarebbe in realtà dedicata ad un'espansione di memoria hardware ad alta velocità. Insomma, torna prepotentemente l'ipotesi dello slot di memoria espandibile (molto vociferato anche per la rivale PlayStation 5).

A consolidare questa possibilità sono intervenute nel frattempo alcune importanti considerazioni fatte dall'utente thereverendslim. Qualche giorno fa sono emersi i dettagli sul possibile utilizzo di un disco SSD NVMe PCIe 4.0 Phison grazie al profilo Linkedln di Jerry Lou, l'ingegnere che ha progettato il chip PS5019-E19T alla base di questa tecnologia, attualmente al lavoro sulla nuova Xbox Series X. Questo particolare SSD è compatibile con le schede Compact Flesh Express di tipo B (CFExpress) da 512 GB che misurano 29,8 mm X 3,8 mm. La famosa porta rettangolare in questione misura esattamente 31 mm X 4 mm.

Che Microsoft stia puntando tutto su questo tipo di tecnologia per Xbox Series X? I colleghi di Thurrott lo ritengono possibile, anche se attualmente il costo di questo particolare tipo di memorie è veramente alto (stiamo parlando di circa 650 euro per 512 GB). Più probabile che a Redmond stiano lavorando su qualcosa di compatibile. In attesa di conferme ufficiali, voi cosa ne pensate?

FONTE: thurrott
Quanto è interessante?
12