Microsoft illustra la potenza della nuova console Xbox Series X

di

A margine della presentazione di Xbox Series X dal palco dei Game Awards 2019, arriva finalmente l'approfondimento di Microsoft dedicato alla potenza, all'hardware e alle funzionalità grafiche della console next-gen conosciuta con il nome in codice di Project Scarlett.

La scheda di approfondimento di Xbox Series X illustra la visione di Microsoft per la prossima generazione videoludica e spiega come i giochi di oggi offrano già una qualità grafica straordinaria e delle storie estremamente eterogenee e profonde. Per questo, i progettisti della casa di Redmond hanno deciso di evolvere ulteriormente il comparto grafico delle future esperienze digitali affrontando una questione molto importante, ossia quella dell'abbattimento delle barriere tecnologiche che non hanno permesso agli sviluppatori di questa generazione di realizzare universi virtuali ancora più ampi e coinvolgenti.

Pur senza svelare le specifiche hardware di Xbox Series X, Microsoft descrive la nuova console verdecrociata come in grado di renderizzare videogiochi 4K a 60 fotogrammi al secondo, con possibilità di raggiungere anche i 120fps e gli 8K (in questo caso, però, viene citata solo la compatibilità con lo standard) tramite frequenza di aggiornamento variabile (VRR). Tra gli altri aspetti che andranno a tratteggiare l'architettura di Xbox Series X, Microsoft cita il supporto pieno e nativo al Ray Tracing e alla tecnologica di Variable Rate Shading (VRS), grazie alla quale sarà data l'opportunità agli sviluppatori di attingere maggiormente alle risorse computazionali della GPU della console.

Di particolare interesse è poi l'approfondimento sull'SSD iperveloce, tramite il quale sarà possibile abbattere i tempi di caricamento fino a eliminarli del tutto (almeno dal punto di vista teorico), migliorando esponenzialmente la gestione dello streaming delle texture e del caricamento dei mondi di gioco più grandi. Per ridurre ulteriormente la latenza, i progettisti di Redmond affermano infine di voler sfruttare la tecnologia di ALLM (Auto Low Latency Mode) e di DLI (Dynamic Latency Input) per ottimizzare al massimo le risorse di sistema della console e aumentarne la reattività. Tutto questo ci attende per Natale 2020, in coincidenza del lancio di Xbox Series X ad un prezzo che deve essere ancora definito ma che, visto lo scontro tra titani che si prospetta con Sony e PS5, dovrebbe essere concorrenziale e in linea con la concorrenza. Nel frattempo, eccovi le prime immagini di Xbox Series X.

Quanto è interessante?
21