Xbox Series X vince la battaglia dei teraflop su Ps5, ma è tutto qui?

PS5 vs Xbox Series X: specifiche a confronto
Speciale: Multipiattaforma
di

Microsoft e Sony hanno finalmente tolto il velo alle console di nuova generazione, Xbox Series X e Playstation 5. In realtà non sono pochi i dettagli che mancano ancora all’appello, soprattutto per quanto riguarda PS5, il cui design è ancora avvolto nel mistero. Nonostante tutto possiamo fare un primo confronto tra le specifiche dei due modelli, caratterizzati entrambi dal processo produttivo a 7 nm per il SoC.

Le CPU di Xbox Series X e Playstation 5 a confronto

Xbox Series X utilizza una CPU Zen 2 con 8 Core e 16 Thread, in grado quindi eseguire due Thread con una singola unità di calcolo grazie al Simultaneous Multithreading. Il clock è di 3.6 GHz quando questa tecnologia è attiva ma gli sviluppatori possono decidere di spegnerla per spingerlo fino a 3.8 GHz.

PS5
utilizza una CPU molto simile ma un clock massimo inferiore, settato a 3.5 GHz, anch'essa a frequenza variabile. In questo confronto l'hardware della console Sony appare meno performante di circa 300 Mhz quando entrambe le CPU saranno in boost mode per spingere al massimo.

Le GPU di Xbox Series X e Playstation 5 a confronto

Prima di analizzare le due GPU vi ricordiamo che quando parliamo di TFLOPS ci riferiamo ad una unità di misura usata per calcolare le performance di un determinato hardware. Nello specifico si tratta del numero di operazioni in virgola mobile che una unità di calcolo è in grado di eseguire in un secondo.
Le GPU installate su Xbox Series X e Playstation 5 sono entrambe basate sulla nuova architettura AMD RDNA 2, arricchite da una porzione di hardware dedicato alla gestione del Ray Tracing. Non ci sono però dettagli dell'architettura di queste unità di calcolo. Probabilmente ne sapremo di più con la presentazione delle nuove GPU di AMD per PC, che potrebbero usare un design molto simile a quello delle nuove console in questo campo.

La GPU di Xbox Series X è, nel complesso, più potente, grazie alle 52 Compute Unit (per un totale di 3328 Stream Processor), che lavorano ad una frequenza di 1825 MHz, ed un bus di memoria molto ampio a 320 bit. La potenza totale di questa GPU è di 12 Tflops.

PlayStation 5 monta invece una GPU con 36 Compute Unit che girano ad un clock settato a frequenze superiori: 2.230 MHz con un bus a 256 bit. Sony non ha comunicato il numero di Stream Processor, ma questi dovrebbero essere 2304, almeno se il rapporto Compute Unit-Stream Processor corrisponde a quello di Xbox Series X. La potenza totale della GPU è di 10.28 Tflops.

Guardando semplicemente il valore delle CU totali e dei TFLOPS, Xbox Series X è chiaramente superiore, con una differenza di circa 1.7 Tflops.

RAM totale, ampiezza del bus di Xbox Series X e Playstation 5 a confronto

Nel complesso entrambe le console disporranno di 16 i GB di RAM GDDR6.

Microsoft ha specificato meglio il funzionamento della RAM di Xbox Series X: sui 16 GB disponibili, 10 GB lavorano ad una velocità di 560 GB/s e sono chiamati GPU Optimal Memory, con un accesso diretto ai dati da parte della GPU.
Altri 6 GB lavorano a 336 GB/s e prendono il nome di Standard Memory, indirizzati alla CPU.
I giochi possono accedere a 13.5 GB di memoria, di cui 10 GB dalla GPU Optimal Memory e 3.5 GB dalla Standard Memory, mentre 2.5 GB sono dedicati al sistema operativo.

Sony invece non ha ancora chiarito il funzionamento delle GDDR6 installate su PS5

La rivoluzione SSD su PS5 ed Xbox Series X

Xbox Series X ne ha uno da 1 TB, con transfer rate di 2.4 GB/s ma che può arrivare fino a 6 GB/s grazie alla compressione, gestita da un chip dedicato che libera potenza computazionale per la CPU.

PS5 invece ha un SSD da 825 GB, con un transfer rate di 5.5 GB/s e fino a 8-9 GB/s con compressione dei dati. La maggiore velocità di PS5 nel trasferimento dei dati è possibile anche grazie all'adozione di uno standard di compressione più evoluto, il Kraken di RAD Game Tool, più efficiente del 10% rispetto a quello ZLIB, usato da Xbox Series X.

Microsoft ha creato delle unità di memoria esterne proprietarie da 1 TB per l’espansione dello spazio disponibile, Sony invece si affiderà a produttori di terze parti per la creazione di SSD M.2 certificati e adatti all’utilizzo su Playstation 5.

In questo caso il sistema scelto da Sony sembra essere più performante. Sarà interessante vedere gli effetti di questa rinnovata velocità di caricamento dei dati sugli engine tridimensionali: è uno scenario nuovo di cui sappiamo ancora poco.

Consumi ed efficienza a confronto tra PS5 ed Xbox Series X

Interessante il diverso approccio delle due aziende alla gestione energetica e all’efficienza dei singoli chip. L’obbiettivo espressamente dichiarato da Sony è quello di standardizzare le prestazioni di PS5, a prescindere dalla temperatura dell’ambiente di gioco, dando nel contempo un riferimento comune per gli sviluppatori, che possono così sfruttare sempre al massimo il nuovo hardware senza timore di sovraccaricarlo, portando all’insorgere del thermal throttling, ovvero l'abbassamento delle prestazioni a causa dell'aumento delle temperature.

Microsoft invece ha tenuto un approccio più tradizionale, derivato direttamente dal mondo PC, che spinge maggiormente sulle prestazioni e attende i picchi di temperatura per l’abbassamento delle frequenze operative.

PS5 VS Xbox Series X: il giudizio finale

Dal punto di vista della "potenza bruta" Microsoft ha scelto per Xbox Series X una GPU ed una CPU nel complesso superiori a quelle di Sony PlayStation 5, che invece ha preferito un hardware più attento all’ottimizzazione.

Non conoscendo il costo finale delle due console, ne le dimensioni ed il form factor di PS5, è difficile dare un giudizio definitivo su quale dei due approcci sarà il migliore. Senza considerare il fattore più importante di tutti: i giochi.

E voi cosa ne pensate? Quale delle due console preferite?

Quanto è interessante?
19