xCloud e Google Stadia, via libera su iOS: Apple aggiorna le linee guida

xCloud e Google Stadia, via libera su iOS: Apple aggiorna le linee guida
di

Nel corso del mese di agosto, si è presentato con forza sulla scena videoludica il tema dell'accoglienza di servizi di gioco in streaming su sistemi e dispostivi iOS.

A scatenare il dibattito, era stata in particolare la decisione da parte di Apple di negare il possibile approdo di xCloud, Google Stadia e servizi simili su iPhone e iPad. Una presa di posizione che aveva fatto molto discutere, peraltro in un periodo già complesso per il colosso tecnologico, ancora oggi impegnato in un confronto con Epic Games per la rimozione di Fortnite da App Store. La scelta aveva scatenato anche una forte reazione da parte della casa di Remond, con una dura replica di Microsoft ad Apple.

Ora, tuttavia, vi è una svolta importante, legata alla modifica da parte di Apple delle linee guida legate all'accettazione o al rifiuto di applicazioni su App Store. A fronte della nuova formulazione, servizi quali Google Stadia, xCloud, GeForce Now e simili possono ora avere accesso al mercato mobile iOS, ma ad una condizione. Tutti i giochi proposti nei diversi cataloghi dovranno disporre di una scheda prodotto su App Store, dalla quale procedere per il download. Eventuali acquisti in-app dovranno inoltre essere processati tramite il sistema di pagamento gestito da Apple.

FONTE: CNBC
Quanto è interessante?
9