Esport

Monster Energy Yamaha MotoGP ingaggia il 2 volte campione eSport Lorenzo Daretti

Monster Energy Yamaha MotoGP ingaggia il 2 volte campione eSport Lorenzo Daretti
di

Oltre a essere in prima linea sul campo, il team Monster Energy Yamaha MotoGP aspira anche a sfidare il massimo livello di competizione negli eSport. È quindi con grande piacere che il team Factory Yamaha annuncia il nuovo contratto con il 2 volte campione del mondo di MotoGP eSport Lorenzo Daretti, conosciuto anche con il gamer name Trastevere73.

L'hospitality di Monster Energy Yamaha MotoGP è stata animata da giornalisti del paddock e del mondo degli eSports della MotoGP che hanno partecipato all'annuncio ufficiale del pilota eSport. Lin Jarvis, Managing Director di Yamaha Motor Racing, ha avuto il piacere di annunciare che Lorenzo Daretti gareggerà online come Rider della Yamaha Factory. Ha presentato inoltre un video che mostra i punti salienti della carriera di Daretti, come le sue due vittorie del Campionato eSport MotoGP 2017 e 2018.

Proprio al momento giusto, il campione del mondo Daretti è salito sul palco, con una replica personalizzata della Yamaha MotoGP Monster Energy YZF-R1, con il suo numero di gara 58 e il logo personale "Trast73".

Con il supporto di Monster Energy, Alpinestars, Arai e Aldo Drudi, sia il giovane italiano che il suo avatar avranno abbigliamento da pilota personalizzato (pelli, stivali, guanti e casco) per la stagione 2019, completando così il look del pilota Monster Energy Yamaha MotoGP . Il marchio leader di giochi MSI fornirà a Lorenzo un laptop ad alte prestazioni per la stagione.

Per mostrare le sue skill, la nuova recluta Daretti ha mostrato le sue abilità sui maxi schermi, facendo un giro attorno a Jerez nel gioco MotoGP™ 18 di Milestone, prima di sfidare qualsiasi giornalista che osasse affrontarlo. Valentino Rossi e Maverick Viñales hanno partecipato all'evento alla fine della cerimonia per accogliere ufficialmente il terzo pilota (eSport) della squadra.

Quest'anno, i fan di eSports e di MotoGP potranno ammirare il diciannovenne difendere il proprio titolo mondiale di eSport MotoGP, oltre ai suoi video di anteprima, ‘One Lap Around the Track’, che aiuteranno i fan a conoscere meglio i circuiti prima di ogni round MotoGP.

Inoltre, dato che Daretti è un motociclista, parteciperà anche a vari eventi Yamaha in pista. Una delle prime opportunità sarà il Master Camp Yamaha VR46 a maggio, che sarà una delle attività principali che promuovono l'obiettivo di Yamaha di sostenere, incoraggiare e formare giovani talenti in tutto il mondo.

Lin Jarvis
“Prima di tutto, voglio dare il benvenuto a Lorenzo. Questa è una grande occasione, sia per lui che per la Yamaha: è diventato il primo pilota eSport ufficiale ingaggiato da un team MotoGP. È un passo importante, dato che crediamo che gli eSports e la MotoGP possano avere un grande futuro insieme. Noi siamo stati molto attenti allo sviluppo del MotoGP eSport Championship negli ultimi due anni e Lorenzo ci ha colpiti con il suo talento e la sua professionalità e ovviamente anche grazie ai suoi due titoli di Campione del Mondo. Il fatto che lui abbia una R6 che utilizza per i vari giri di pista, è stata la ciliegia sulla torta, che ci ha convinti a sceglierlo come nostro pilota eSport! Desideriamo sostenere e incoraggiare Lorenzo in qualunque modo nel corso di questa stagione. Non sarà facile per lui coronare il sogno della tripletta mondiale. Gli eSports sono un settore in rapida crescita, quindi la competizione diventa sempre più dura ogni anno, ma abbiamo molta fiducia nelle capacità di Lorenzo e non vediamo l’ora che disputi un ottimo campionato. Si unirà anche a noi in diverse gare della MotoGP e in altri eventi promozionali Yamaha, quindi speriamo che i fan degli eSports e MotoGP continueranno a tenere d’occhio questo giovane talento e a salutarlo quando sarà nel paddock".

Lorenzo Daretti
“Sono veramente orgoglioso di iniziare la nuova stagione come pilota eSport ufficiale della Monster Energy Yamaha MotoGP. Essere parte di questo team, che mi ha immediatamente accolto a braccia aperte, è un emozione indescrivibile. Dopo i due campionati mondiali, quest’anno sarà difficile ripetermi ancora una volta, perché i miei rivali saranno molto professionali e determinati. Ma il fatto che io sia il primo pilota ufficiale della storia dello sport dà a me un ulteriore spinta e preparerò me stesso al massimo per essere pronto alla sfida. Voglio ringraziare la Yamaha per la fiducia che ha posto in me sin dal primo giorno e non vedo l’ora di iniziare le qualifiche del campionato 2019 e di dare inizio a questa nuova avventura in pista".

Quanto è interessante?
2