Zelda Breath of the Wild 2, 35 anni della saga, Switch Pro: ancora previsioni sul 2021

Zelda Breath of the Wild 2, 35 anni della saga, Switch Pro: ancora previsioni sul 2021
di

Dai vertici di Nintendo non sono ancora giunte informazioni ufficiali sulla finestra di lancio del nuovo The Legend of Zelda, nonostante il sequel di Breath of the Wild sia attesissimo dalla community videoludica.

Dopo il reveal trailer, che di fatto non ha svelato nemmeno il nome ufficiale del gioco, The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 è sparito completamente dai radar delle comunicazioni della casa di Kyoto. Un silenzio che ha favorito il diffondersi di rumor e speculazioni, superate per intensità solamente dalle voci sul futuro arrivo di un nuovo modello di console ibrida, che hanno spinto di recente la dirigenza Nintendo a offrire un commento sull'esistenza di Nintendo Switch Pro. Ora, alla già ricca rassegna di previsioni, se ne aggiunge una ulteriore.

La fonte è Adam Bankhurst, giornalista videoludico in forze presso IGN.com e co-host del format Gamers Advocate. Dalle pagine del proprio account Twitter, quest'ultimo ha pubblicato alcuni cinguettii che si stanno guadagnando una crescente attenzione. In questi ultimi, Bankhurst delinea un calendario di presunte novità in arrivo in casa Nintendo. Secondo quest'ultimo, dopo il lancio di Super Mario 3D World + Bowser's Fury, la community della Grande N dovrebbe attendersi un Nintendo Direct per giovedì 18 febbraio, con il quale saranno presentati i piani per i festeggiamenti per i 35 anni di The Legend of Zelda. Tra questi ultimi, potrebbe figurare una Zelda Collection in arrivo su Nintendo Switch a marzo, in maniera simile a quanto visto per i 35 anni di Super Mario. Il Direct dovrebbe inoltre includere un nuovo teaser per Breath of the Wild 2, con indicazione della finestra di lancio in "Holiday 2021". Questa sarebbe - sempre secondo Bankhurst - anche il periodo di esordio di Nintendo Switch Pro, il cui reveal sarebbe tuttavia atteso più avanti nell'anno.

Per quanto interessanti e nonostante la notevole attenzione guadagnatisi in rete di recente, le dichiarazioni del giornalista sembrano essere semplici previsioni. Bankhurst non cita infatti alcun tipo di fonti - nemmeno propri informatori anonimi - e non sembra avere trascorsi da leaker. Al momento, dunque, vi invitiamo a interpretarle come un mero spunto di riflessione sul futuro prossimo di The Legend of Zelda.

Quanto è interessante?
9