E3 2019

Zelda Breath of the Wild 2 non è legato a Majora's Mask, ma potrebbe essere "più oscuro"

Zelda Breath of the Wild 2 non è legato a Majora's Mask, ma potrebbe essere 'più oscuro'
di

Dal momento dell'annuncio, la notizia si è sparsa rapidamente ed il primo trailer di The Legend of Zelda Breath of the Wild 2 si è immediatamente diffuso tra la community videludica.

L'acclamato ultimo capitolo della serie Nintendo è esordita sul mercato videoludico nel corso del marzo 2017, debuttando su Wii U ed accompagnando contestualmente il lancio di Nintendo Switch. La relativa vicinanza temporale non aveva ancora dunque fatto emergere nella community il sospetto che un sequel diretto dell'ultima avventura di Link potesse essere annunciato già in occasione di questo Nintendo Direct. Conseguentemente, l'annuncio è stato accolto con ancora maggiore entusiasmo, spingendo i giocatori a speculare su quanto visto nel primo teaser, arrivando addirittura ad individuare un possibile messaggio nascosto.

Visti i toni piuttosto dark di quest'ultimo, parte della community aveva ipotizzato una possibile correlazione con The Legend of Zelda: Majora's Mask, episodio pubblicato nell'ormai lontano 2000. Su questa eventualità si è espresso nientemeno che Eiji Aounuma, autore ormai iconicamente legato alla serie Nintendo. Interrogato in merito nel corso di un'intervista il director ha dichiarato: "Il nuovo Breath of the Wild o il suo sequel non sarà necessariamente collegato a Majora's Mask od ispirato ad esso...Ciò che vi abbiamo mostrato attualmente è un po' più oscuro".

In precedenza, lo stesso Aounuma ha invece indicato in Red Dead Redemption 2 una delle fonti di ispirazioni del nuovo Zelda.

FONTE: IGN.com
Quanto è interessante?
15