di

Eiji Aonuma, produttore di The Legend of Zelda Breath of the Wild 2, si mostra in video per annunciare lo slittamento al prossimo anno dell'uscita dell'attesissimo sequel di BOTW per Nintendo Switch.

Nel dare conferma del posticipo del seguito di The Legend of Zelda Breath of the Wild, l'esponente della casa di Kyoto si scusa con tutti gli appassionati dell'epopea di Link e spiega perché si è deciso di rimandare al 2023 la commercializzazione del kolossal open world.

Come sottolinea lo stesso Aonuma, il nuovo atto dell'avventura ruolistica di Link non lo porterà a esplorare la 'sola' superficie di Hyrule ma anche le enormi e misteriose ambientazioni fluttuanti ammirate nel primo gameplay di Zelda BOTW 2, di conseguenza ci saranno tantissime novità e sorprese che attendono gli utenti sia sotto il profilo ludico che prettamente visivo.

In virtù della necessità di proporre un'esperienza ancora più strabiliante di quella già iconica di Breath of the Wild, il produttore di Nintendo ha perciò deciso, di concerto con l'azienda giapponese, di concedere del tempo supplementare ai propri sviluppatori per concretizzare la visione creativa di un'opera che promette di essere davvero monumentale e imprescindibile. La nuova finestra di commercializzazione del sequel di Zelda Breath of the Wild è perciò fissata per la primavera del 2023, ovviamente in esclusiva assoluta su Nintendo Switch.

Quanto è interessante?
14