di

Ponendo fine alle speranze di chi desiderava mettere le mani sul titolo entro quest'anno, Nintendo ha recentemente ufficializzato il rinvio del sequel di The Legend of Zelda Breath of the Wild.

L'amara pillola del rinvio è stata indorata con alcune sequenze di gameplay che hanno nuovamente mostrato Link in azione all'interno dell'ambizioso sequel open world. Quel poco che abbiamo potuto osservare ha lasciato a bocca aperta i tech enthusiast di Digital Foundry, che si sono detti molto colpiti dal comparto grafico di cui Breath of the Wild 2 sembra potersi fregiare.

Tra i dettagli che hanno catturato l'attenzione di Digital Foundry, abbiamo un anti-aliasing di altissima qualità, difficile da individuare persino su piattaforme next-gen come PS5 e Xbox Series X. Le nuvole volumetriche, inoltre, restituiscono un colpo d'occhio davvero impressionante, forse anche troppo per le capacità hardware di Nintendo Switch.

A meno che non si tratti di un filmato "ritoccato" per l'occasione, gli esperti britannici non scartano l'ipotesi che il gameplay sia stato catturato sulla "nuova Switch", e che il titolo sarà pubblicato a cavallo tra due generazioni di console Nintendo così come fu per il suo predecessore, uscito sia su Wii U che su Switch. I dettagli grafici più avanzati, quindi, sarebbero presenti soltanto giocando sul nuovo modello della console ibrida, mai annunciato da parte della casa di Kyoto.

Ovviamente parliamo di semplici speculazioni, e gli stessi autori di Digital Foundry rimangono molto prudenti sull'argomento. Nintendo ha chiarito che lancerà il successore di Switch quando avrà trovato una nuova esperienza da proporre ai suoi utenti.

FONTE: gonintendo
Quanto è interessante?
6