di

Annunciato all'E3 2019, l'attesissimo sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild è ancora privo di un periodo di uscita: fino ad oggi, i vertici Nintendo si sono infatti limitati a comunicare che il gioco è in sviluppo.

Mentre attendono ulteriori notizie in merito, i fan dell'iconica saga non sembrano tuttavia intenzionati a restare con le mani in mano. Al contrario, alcuni giocatori particolarmente creativi hanno deciso di impiegare il loro tempo per realizzare una particolare patch per The Legend of Zelda: Ocarina of Time. Gli appassionati, attivi sul Canale YouTube "Kaze Emanuar", hanno nello specifico provato a collegare gli universi del titolo Nintendo 64 e The Legend of Zelda: Majora's Mask.

Da tale impegno è nato The Missing Link, progetto fan-made che utilizza l'engine dei due celebri capitoli della serie Zelda. La Mod introduce in Ocarina of Time alcuni contenuti aggiuntivi, tra i quali figurano dungeon inediti. Direttamente in apertura a questa news è possibile visionare il trailer di presentazione di The Missing Link: cosa ve ne pare del risultato degli sforzi di questi appassionati?

In attesa di notizie su The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2, ricordiamo che l'ultimo capitolo della saga Nintendo ad essere approdato su Nintendo Switch è il remake di The Legend of Zelda: Link's Awakening.

Quanto è interessante?
5